30 Settembre 2016 - 13:43

 » Stampa Braille
 » Nasce Notizia Cristiana, periodico in Braille
ANSA Video
 » Diretta Aula Consiglio Regionale del Lazio
Segui in diretta il Consiglio Regionale del Lazio!
 » Google
 » Braille News
 » Comune di Roma
 » Regione Lazio Servizi Sociali
 » Governo
 » FLICKR
 » Provincia di Roma
 » ATAC
 » Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali
 » INPDAP
 » INAIL
 » INPS
 » Superando
 » Senza Barriere onlus
 » Blog oltre le barriere
 » Video Braille News


La Handy Systems Onlus è una cooperativa sociale che opera da oltre 10 anni nel settore della disabilità visiva.

Siamo orgogliosi di essere la prima realtà in Italia per capacità di stampa braille.

17 stampanti braille tra cui la prima macchina posizionata in Italia e la quindicesima al mondo completamente automatizzata con una capacità di produzione di 650 caratteri di stampa al minuto ed infine macchine da stampa su supporti rigidi.

Un parco macchine che permette una tiratura di oltre 5.000 copie al giorno.

Operatori tiflotecnici e addetti alla stampa particolarmente specializzati garantiscono prodotti di alta qualità in tempi rapidi.

La Handy Systems è editrice di 14 testate giornalistiche ha due importanti collaborazioni una con le edizioni Paoline che permette la riproduzione in braille degli articoli di “Famiglia Cristiana” e l'altra con “Il Tempo” che permette la diffusione del giornale nelle principali edicole del Lazio.

Ad oggi la Handy Systems è sicuramente un punto di riferimento per tutti i non vedenti Italiani.

Albo Naz. Coop. Soc. n°A176363

Albo Regionale Coop. Soc. Sez. A n° D4161

Albo Regionale Coop. Soc. Sez. B n° D0997

CF e PI 09082341000

ICC n° 1138274

ROC 17401

ISO 9001:2008

ISO 14001:2004

OHSAS 18001:2007

conto corrente Postale n.° 97391957

iban: I T 2 9 E 0 7 6 0 1 0 3 2 0 0 0 0 0 0 9 7 3 9 1 9 5 7

Pagina Facebook Stampa Braille - Handy Systems Onlus
 







IX GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE



Ferrazza (Handy Systems): “Braille News compie 10 anni. Ma molto ancora c’è da fare per le pari opportunità.”


Si celebra oggi la IX Giornata Nazionale del Braille, quale unico codice basato sui punti inventato nel 1829 dal francese Louis Braille. La conoscenza di questo alfabeto permette, ancora oggi, al non vedente di leggere e di scrivere, nonostante il grande passo in avanti fatto con le nuove tecnologie. Chi non conosce il braille non può neanche usare a pieno regime i nuovissimi dispositivi tecnologici tanto in voga oggi, come gli smartphone e i tablet dove alcuni programmi richiedono la conoscenza di questo codice a punti. Nuovo e vecchio interagiscono e di questo devono farsi una ragione coloro che vorrebbero mandare il Braille in pensione. E’ quanto dichiara Caterina Ferrazza, presidente Handy Systems e fondatrice di Braille News, primo giornale italiano per non vedenti in edicola.

“L’Italia, rispetto a molti altri paesi Europei e agli Stati Uniti, - spiega Ferrazza - continua ad essere molto indietro per quanto riguarda l’adeguamento di targhe, avvisi, indicazioni, percorsi tattili per far sentire i non vedenti cittadini a tutti gli effetti. Come possiamo parlare di pari opportunità, se recandoci in un ufficio pubblico non possiamo leggere neanche un avviso, fosse quello del pericolo di antincendio, o del divieto di fumare? Per non parlare della mancanza di tatto in alcuni ristoranti, sono infatti in pochi ad avere un menù in braille”.

“Per quanto riguarda il settore d’informazione, devo amaramente constatare che in Italia continua ad esserci in edicola un solo giornale in braille, Braille News, che quest’anno compie dieci anni. Edito dalla Handy Systems e diretto da Angela Francesca D’Atri, esce ogni sabato in allegato al quotidiano Il Tempo, unica testata in Italia, fino ad oggi, ad aver compreso la necessità di un non vedente di potersi sentire libero di prendere autonomamente il giornale in edicola. Oggi Braille News, nonostante sia un settimanale del Lazio, è richiestissimo in tutta Italia. Da un anno stampiamo anche Notizia Cristiana, in collaborazione con Famiglia Cristiana, a cui è possibile abbonarsi. Molto ancora, però, c’è da fare. Un non vedente dovrebbe avere più opportunità, come tutti, per scegliere nella vasta gamma dell’editoria italiana. Un percorso per ora tutto in salita, ma un sogno – conclude Ferrazza - in cui possiamo continuare a credere grazie a Louis Braille e al suo codice a punti”.

Roma, 21 febbraio 2016
 

Home | Chi Siamo | Info | Prodotti | Riviste Braille | Targhe Tattili | Menu Braille | Foto | 5x1000 | Dove Siamo | Contatti

Creare Sito Web con Euweb.it